I miei esami scolastici. Post 5 di 5. Laurea in Scienze Statistiche

La media matematica degli esami sostenuti mi portava ad un punteggio di 94 su 110, cui avrei dovuto aggiungere i punti della Tesi.
A quel tempo (anno 1993) a Scienze Statistiche le tesi erano di 3 tipi.
1) Tesi compilativa. Tempi bassi di stesura (2-3 mesi), bassa difficoltà, voti ottenibili da 1 a 3.
2) Tesi di ricerca. Tempi medi di stesura (4-7 mesi), media difficoltà, voti ottenibili da 4 a 6.
3) Tesi di sviluppo. Tempi lunghi di stesura (da 8 mesi ad oltre 1 anno), difficoltà elevata, voti ottenibili da 7 a 9, più 1 per il raggiungimento del 110 o della Lode
Io scelsi una tesi di tipo (2) con l’obiettivo di prendere il massimo (6 punti) ed arrivare dunque alla Laurea con 100 punti su 110.

Feci una tesi sui test di mercato di prodotti alimentari, cogliendo una incredibile occasione. Mi ero accorto che al supermercato venivano proposti i biscotti della Mulino Bianco “Cuore di Mela”, al tempo una novità assoluta. Erano nuovi, ma non erano pubblicizzati da nessuna parte, nemmeno in TV. Per cui chiesi al “promoter” di cosa si trattasse, e lui mi spiegò che si trattava di un test di mercato per il lancio del prodotto. Veniva testata non solo la “bontà” del prodotto, ma anche la dimensione del biscotto, la confezione esterna, il peso della confezione stessa, e pure il prezzo. Avevo trovato il punto di partenza per la mia tesi!

Contattai la Barilla/Mulino Bianco, ed ottenni (con infinita gentilezza) moltissimi dati riguardo il test di mercato, e le zone in cui essi venivano svolti. Non era un caso fosse stata scelta “Padova” come zona per il test di mercato, ma esistevano moltissimi parametri statistici (ed esistono ancora oggi) che permettono di scegliere al meglio le zone dove eseguire i test sui nuovi prodotti da lanciare.

Il giorno della Tesi io avrei dovuto essere il 1° dei candidati ad essere presentato, ma mancava il “controrelatore” il quale era clamorosamente in ritardo. Pertanto da 1° passai ad essere l’ultimo, e l’attesa in effetti mi rese molto nervoso.
Al termine della mattinata, perdurando la mancanza del “controrelatore”, venni fatto entrare ugualmente per presentare il lavoro svolto.
L’esposizione fu apprezzata, il relatore rimarcò la bontà del lavoro, qualcuno mi fece delle domande, ed alla fine mi assegnarono 6 punti.
Venni proclamato Dottore in Scienze Statistiche ed Economiche con il punteggio di 100 su 110.

Questa voce è stata pubblicata in Ricordi di scuola e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a I miei esami scolastici. Post 5 di 5. Laurea in Scienze Statistiche

  1. Vittorio ha detto:

    nessun campione di assaggio da parte della barilla?

    Piace a 1 persona

  2. Neogrigio ha detto:

    beh, sei stato intraprendente

    Piace a 1 persona

  3. Farida Hakim ha detto:

    Complimenti per i voti 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...