Mar Rosso

Ecco il 1° dei 7 “post” che questa settimana dedicherò al colore rosso. L’argomento del giorno è la geografia. Buona lettura.

Alberto Cantino fu un ambasciatore che venne mandato da Ercole I d’Este, duca di Ferrara, a Lisbona per verificare quali fossero state le scoperte geografiche portoghesi degli ultimi anni, in seguito alle loro numerose spedizioni marittime. Eravamo a cavallo tra il XV ed il XVI secolo.

Cantino operava proprio come una spia, dato che come copertura aveva l’incarico di commerciare cavalli.
Dopo alcune missive, datate 1501, in cui Cantino riassume i viaggi e le scoperte operate dai portoghesi nel Nord e nel Sud America, lo stesso Cantino riesce ad entrare in possesso (probabilmente rubandola) di una carta geografica molto grande e dettagliata (6 pergamene per un totale di 220 x 105 cm) di tutto il “mondo” conosciuto fino ad allora.
Si tratta di un’opera di un’importanza storica eccezionale, perché per la prima volta ritrae le coste del Nord e del Sud America, oltre che tutta l’Africa ed il sud dell’Asia fino all’Indocina.

Tra le numerose caratteristiche di questa planigrafia, chiamata da allora “Planisfero di Cantino”, vi è quella di raffigurare per la prima volta il “Mar Rosso” con il colore… rosso.

Già: ma perché il Mar Rosso ha questo nome e questa colorazione?

In effetti già Dante, nel canto XXIV dell’Inferno ed in quello VI del Paradiso, citò prima il “Mar Rosso” e poi il “lito rubro”.
Questo perché, in effetti, nelle acque di questo mare prolifera un’alga, la Trichodesmium erythraeum, che offre una colorazione rosso-bruna alla superficie dell’acqua stessa, il ché ha portato alla definizione di “Mar Rosso”.
Esiste anche un’altra teoria legate al nome di questo mare.
Alcuni studiosi moderni asseriscono che il nome rosso si riferisce alla direzione “sud”, proprio come il nome del Mar Nero può riferirsi a “nord”. La base di questa teoria è che alcune antiche lingue asiatiche usavano “parole colorate” per riferirsi ai punti cardinali. Lo storico greco Erodoto, in effetti, sembra che utilizzasse le definizioni “Mar Rosso” e “Mare del Sud” in modo intercambiabile.

Nell’antichità il “Mar Rosso” venne chiamato anche con altri nomi: “Sinus Arabicus” (“Golfo Arabico”) e “Mare Rubrum” (“Mare Rosso”) in latino, “Mare Eritreo”, “Mare di Clysma” (antica città dell’Egitto), “Mare della Mecca”, “Mare delle canne” (dall’ebraico “Yam Suph”, così come scritto nella Bibbia per descrivere il mare attraversato dal popolo d’Israele per fuggire dall’Egitto), “Erythra Thalassa” (in greco nuovamente “Mar Rosso”).

Il Mar Rosso è uno dei quattro mari chiamati con un colore: gli altri sono il Mar Nero (compreso tra l’Europa, il Caucaso e l’Asia Minore), il Mar Bianco (costa nord-occidentale della Russia vicino alla penisola di Kola) e il Mar Giallo (tra la Cina e la Penisola Coreana).

Volete sapere una cosa buffa?
Gli antichi Egizi lo chiamavano “Mare Verdissimo” per lo splendore delle sue acque.

Questa voce è stata pubblicata in geografia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Mar Rosso

  1. Enza Graziano ha detto:

    Mi incuriosisce questa serie di post sul rosso 😀 anch’io, come sai, gioco con i colori.

    Complimenti per l’articolo!

    Piace a 1 persona

  2. Vittorio ha detto:

    l’anima del tifoso milanista esce anche nel nome dei mari

    Piace a 1 persona

  3. Sephiroth ha detto:

    Interessantissimo post amico mio. Apprendo sempre qualcosa!! 😊

    Piace a 1 persona

  4. Paola Bortolani ha detto:

    Molto interessante, non sapevo niente del Mar Rosso!

    Piace a 1 persona

  5. gaberricci ha detto:

    Curioso che il planisfero sia diventato famoso col nome di quello che l’ha rubato…

    Piace a 1 persona

  6. Fa minore ha detto:

    Io ho proprio un tag sui colori. Volevo dirti che ho condiviso questo brano molto carino sulla mia bacheca FB, perché ancora non sono tornata nella blogosfera. Spero non ti dispiaccia!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...