Venlafaxina (il motivo per cui negli ultimi giorni sono stato assente dal web ed anche dall’ufficio)

Sono tornato dallo psichiatra.

Nelle ultime settimane i miei stati d’ansia si erano acuiti come intensità ed erano diventati più frequenti, per cui ho deciso di intraprendere *nuovamente* un percorso psichiatrico.
Ho incontrato lo psichiatra, il colloquio mi è sembrato sincero e costruttivo. Abbiamo analizzato il mio percorso psichiatrico di alcuni anni fa, ed abbiamo deciso di ritentare di porre argine ai miei stati d’ansia mediante l’assunzione di alcuni farmaci.
Lo Psi mi ha prescritto la combinazione Venlafaxina-Levopraid.

Ho iniziato la terapia con mille dubbi ma anche con mille speranze.
Mal riposte.

Sin da subito gli effetti collaterali hanno preso il sopravvento, al punto da peggiorare sensibilmente la mia situazione e sconvolgendo la mia quotidianità.
Lo immaginavo: i primi giorni sono i più complicati. Il fisico reagisce negativamente alla assunzione di questi farmaci, ma la psiche ne trae (almeno teoricamente) degli enormi vantaggi.
“Tieni duro” mormoravo tra me e me.
Ma dopo circa una settimana la situazione è peggiorata, e mi sono rivolto anche alla mia Dottoressa di Base – Miss Wig – la quale mi ha consigliato di smettere immediatamente di prendere Venlafaxina e Levopraid e di parlare al prossimo incontro con lo Psi per trovare una alternativa ad essi. O di abbandonare il percorso intrapreso e svoltare verso una psico-terapia mediante psicologo (e non più con lo psichiatra).

E’ stato il farmaco Venlafaxina a generare tutti i miei problemi degli ultimi giorni, dato che ho iniziato a manifestare molti effetti indesiderati legati ad esso.
Il peggiore di tutti è stato il tremore agli arti superiori ed inferiori.
Mi sono trovato nella impossibilità *reale* di usare la tastiera di un PC e di utilizzare il cell per inviare dei semplici messaggi. Un tremore continuo e disarticolato che mi ha pure spaventato un po’.
Ad esso si è legata una atonia muscolare che mi rendeva privo di forze nel camminare e nel tenere con fermezza alcuni oggetti in mano.
Non solo.
Ho sperimentato una infelice e pericolosa ritenzione urinaria.
Immaginate: avete la vescica piena e l’urina non esce, o se esce lo fa con il contagocce. Terribile.
E poi insonnia ed inappetenza.

No.
Tutto questo, dopo 4-5 giorni di “tieni duro” è diventato per me insopportabile ed ho deciso, sentita Miss Wig, di sospendere tutto prima che fosse troppo tardi.
In questi giorni sono rimasto a casa dall’ufficio, ho letto molto (la testa era libera, nessuna ansia in effetti) sia libri che i Vs blog, ma non ho mai scritto commenti né risposto ai vostri (se non raramente), perché semplicemente non ce la facevo.
Tra qualche settimana torno dallo Psi e decideremo cosa fare. Proseguire per questa strada non se ne parla proprio, o lui mi prescrive farmaci differenti, oppure seguirò il consiglio della Dottoressa ed intraprenderò un percorso di psico-terapia.

PS La Venlafaxina ha tra gli effetti collaterali la “morte improvvisa”. Ma il bugiardino ti rincuora: ciò avviene solo in rari casi.

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

96 risposte a Venlafaxina (il motivo per cui negli ultimi giorni sono stato assente dal web ed anche dall’ufficio)

  1. Vittorio ha detto:

    “Ma il bugiardino ti rincuora: ciò avviene solo in rari casi.” e nessuno è mai tornato indietro a lamentarsi

    Piace a 2 people

  2. Vittorio ha detto:

    tre anni fa ho fatto alcune sedute di psicoterapia per uscire dalla depressione da strega. ho deciso io di concludere le sedute perchè non miglioravo. è stato un bene in quanto la rabbia che covavo dentro mi è stata utile per risalire la china
    keep calm and think positive

    Piace a 2 people

  3. Enza Graziano ha detto:

    E se sei ipocondriaco in pratica ti fa venire tutte le malattie!
    Mi dispiace per questi effetti collaterali. Evidentemente sono farmaci molto forti, ci credo che l’ansia era già andata via. Per quel che so, con una terapia farmacologica non troppo aggressiva, devo passare delle settimane prima che la situazione migliori da un punto di vista psicologico.
    E se fossi tu un soggetto che mal sopporta i farmaci? La psicoterapia mi sembra una soluzione d’oro, e non lo dico perché sono di parte (non sono neppure psicoterapeuta, ma solo Psicologa). Deve esserci, però, la volontà di farsi aiutare. Pensaci!

    Piace a 2 people

    • Kikkakonekka ha detto:

      La volontà c’è, ma credo che la soluzione non debba essere trovata “solamente” mediante l’ausilio di farmaci, peraltro mal sopportati.

      A volte ho l’impressione che lo psichiatra trovi la soluzione solo attraverso il medicinale, e non mediante un aiuto diretto nei confronti del paziente.

      "Mi piace"

  4. Olga ha detto:

    In certi casi è necessario prendere farmaci,se fossi in te contatterei lo ps prima della prossima seduta.Gli effetti collaterali sono pesanti,ma non si deve interrompere la terapia senza consenso medico,io ne so qualcosa.Auguri

    Piace a 2 people

  5. Io tenterei altre strade, prima di ricorrere a farmaci così pesanti, saresti più libero e non correresti il rischio di questi effetti collaterali. Ovviamente non conosco la situazione e quindi è un parere puramente soggettivo…

    Piace a 2 people

    • Kikkakonekka ha detto:

      Hai ragione ed è così che intendo fare.
      Poi… vedremo. Certamente non posso vivere con i tremori.

      Piace a 2 people

      • Fa minore ha detto:

        È davvero un farmaco pesante. Non si prescrive solo per l’ansia, ma per la depressione maggiore. Sono andata a cercare su internet e ho trovato uno dei nomi commerciali: fu il primo “ansiolitico” che mi venne prescritto, da un neurologo. Fu un disastro, da subito. Lo chiamai e lui rispose che probabilmente avevo avuto una crisi d’ansia. Eeeeeh? Mi sentivo come spersonalizzata e mi sono impaurita un sacco. Feci perfino tornare mio marito dall’ufficio. E tutto questo solo dopo 1 giorno!
        Non agisce solo sulla ricaptazione della serotonina, ma anche della noradrenalina!
        Io uso lo Xanax, che – sostengono alcuni medici – dovrebbe o potrebbe anche avere blandi effetti antidepressivi. Sicuramente funziona per l’ansia e perfino per le crisi di panico.
        Però, ‘sto psichiatra… bah. Ma anche la Miss… Lo psicologo non basta, per ragioni che non sto a spiegare anche per non offendere eventuali lettori “del mestiere”. La psico-terapia è l’iponimo per tutti i trattamenti psicologici e psichiatrici e quel che cambia sono le “scuole”, le “correnti”, i “metodi”, le figure professionali, ecc.
        Sono rimasta molto colpita dal tuo racconto. Tanti sinceri auguri!

        Piace a 1 persona

  6. Massi Tosto ha detto:

    Chiedere aiuto è una cosa da fare sempre , ma lo sai meglio di me che la forza per superare queste avversità è dentro di noi , bisogna solo trovarla e tirarla fuori , ti confesso che anche io una volta ho dovuto fare un breve percorso con uno psicologo , ero confuso , troppi accadimenti negativi in pochissimo tempo , dopo la prima seduta , che sono sincero mi ha fatto molto bene , le altre due sedute le ho passate ad ascoltare la vita del dottore ….forza K , forza .

    Piace a 1 persona

  7. Chef V. ha detto:

    🍀😉🤞🍀🍀🍀

    Piace a 1 persona

  8. Probabilmente è stato il Levopraid. ha avuto gli stessi effetti collaterali anche il mio compagno….tremori incessanti, le gambe che si muovevano per conto proprio, ricordo che mi spaventai moltissimo e fu la guardia medica a dirgli di sospenderlo
    Un mega in bocca al lupo

    Piace a 2 people

  9. Antartica ha detto:

    Mi dispiace sinceramente per la tua situazione. Io ho fatto psicoterapia per poco più di un anno (mi sono rivolta al CSM della mia zona) per un dolore interiore profondo che mi impediva di respirare. Ho trovato un bravissimo psicoterapeuta che mi ha aiutata a indagare il mio inconscio. Non è stata una passeggiata ma è stato incredibilmente benefico. Perciò ti consiglio di smettere – gradualmente! – di prendere i farmaci e di farti indirizzare verso uno psicoterapeuta. Magari l’ansia risponde a un ricordo rimosso che ancora ti si ripropone dentro sotto forma di ansia, appunto.
    In bocca al lupo. 🤞🤞🤞

    Piace a 2 people

  10. Paola ha detto:

    Andryyyyyyyy mi dispiace un sacco e ti ho pensato….. vedevo che qualcosa era diverso ma non sapendo credevo fossi molto impegnato. Andry cerca dentro di te, non guardare altrove perché la soluzione e il problema sta dentro di te. Se posso ti consiglio una chiacchierata con una psicoterapeuta questo perché tu possa valutare in seguito quale sia la scelta migliore da fare. Io sono qui, quando vuoi!

    Piace a 1 persona

  11. Hadley ha detto:

    Cavolo mi dispiace moltissimo… Ti mando un abbraccio

    Piace a 1 persona

  12. quarchedundepegi ha detto:

    Caro Kikka,

    Non ho letto tutti i commenti… e non voglio che tu prenda come oro colato quello che scrivo. Sappi però che le medicine chimiche fanno “sempre” male, qualche volta fanno anche bene e qualche rara volta sono indispensabili.
    Ha ragione la tua dottoressa. Cercati qualcuno serio che possa aiutarti e portarti fuori dal pantano nel quale sei scivolato. Io usavo l'”ipnosi medica”; ci sono però molte altre metodiche. Ci vuole però tanta pazienza; non bisogna pretendere l’America in poco tempo.
    Puoi arrivare a credere in te stesso; mi sembri un tipo in gamba.
    Buona Fortuna.
    Quarc

    Piace a 1 persona

  13. vittynablog ha detto:

    Mi dispiace tanto Andrea ( a proposito, felice onomastico!!! ) sapere che sei stato così male. Certamente quei farmaci non ti si confacevano, hai fatto benissimo a non prenderli più. A dire la verità io cambierei anche lo psichiatra… ti faccio tanti auguri per tutto!!! ❤

    Piace a 1 persona

  14. Giuliana ha detto:

    Devi solo cambiare psichiatra, i farmaci aiutano, quelli giusti e per brevi periodi. Ognuno di noi è suscettibile ad un farmaco in maniera diversa dagli altri, sta allo psichiatra stabilire la giusta cura modificando qua e là ove occorra. Io ormai faccio da sola, uso l’ansiolitico solo quando sento che da sola non ce la faccio, così sto meglio, avere le goccine nel cassetto in caso di necessità mi aiuta tanto quanto prenderle, è una buona strategia, la nostra mente è facilmente ingannabile.

    Piace a 1 persona

  15. La morte improvvisa mi sembra il male minore. Rapida e indolore. A parte gli scherzi, mi dispiace che tu sia stato male. Io ho sofferto molto l’anno scorso per un antipertensivo che mi dava bruttissimi effetti collaterali anche psichici. Se puoi evitare quei farmaci fallo subito. Sai che a volte il problema è legato a carenze nutrizionali, alla flora intestinale e altre cose che si stanno scoprendo ora.

    Piace a 1 persona

  16. Ehipenny ha detto:

    Non mi sento di dare consigli a riguardo, solo ti auguro di trovare presto la soluzione più adatta e poter tornare al tuo equilibrio 🙂 in certi casi la famiglia, forse, può aiutare

    Piace a 1 persona

  17. Paola Bortolani ha detto:

    Ciao Andrea, mi dispiace molto! Non aggiungo altri consigli, salvo dirti che ti sono molto vicina. Pensa che stanotte ti ho sognato, dopo il tuo commento di ieri: evidentemente mi ha colpito. Facci sapere!

    Piace a 1 persona

  18. valentina ha detto:

    Ciao ! Mi dispiace non aver visto prima il tuo post, ti avrei donato la mia esperienza.
    Anche a me è successo di prendere uno psicofarmaco sbagliato. Ho avuto momenti davvero terribili, da incubo e per questo so di cosa stai parlando. Ho cambiato psichiatra e terapia, e sono stata benissimo. Non è vero che i farmaci non aiutano, anzi sono una manna dal cielo in certi momenti. Vanno sicuramenti affiancati ad una terapia, come di solito bravi professionisti ti consigliano. Se hai bisogno sono qui e davvero potrei esserti di aiuto, le so tutte !!! (sull’argomento ovviamente 😂😂)

    Piace a 1 persona

  19. Sara Provasi ha detto:

    Il finale 🤦🤣
    Hai fatto bene, anche perché tutti quei sintomi non fanno che aumentare pure l’ansia, immagino…
    Meglio provare altro sicuramente!
    Ti sono vicina, facci sapere 💕 e tua moglie come sta?

    Piace a 1 persona

  20. La Grazia ha detto:

    Adesso sono qui io non ti devi preoccupare più di niente 😌
    Ma come hai la fortuna di avere a Padova la mia guru Viola Lice che ha resettato il corpo con la dieta detox e ha sconfitto l’artrite
    Vale la pena provare e poi un esperto di pc come te deve avere una idea infallibile del reset
    Ti sono mancata ? Niente?
    Tu un sacco e ti voglio leggere bene e allegro altrimenti ti riporto a Sorrento in mezzo alle femmine 😂

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Certo che mi sei mancata, Elena, e non nego di averti pensata spesso. Spero tu stia bene, davvero, dopo un anno che ti ha messo molto alla prova.

      "Mi piace"

      • La Grazia ha detto:

        Vedessi gli anni precedenti 😤 ho tanti programmi e poche certezze ma sono serena e ho riscoperto una libertà mai provata ( mi ero sobbarcata di una responsabilità per mia madre troppo sgradevole) inizio l’anno con tanti propositi e auspici. Ma mi fa male leggerti così che ti è successo?

        Piace a 1 persona

        • Kikkakonekka ha detto:

          Soffro da anni di attacchi d’ansia e di crisi depressive, tutto qui.
          Sto bene, diciamo, ma era/è giunto il momento di ricominciare gli incontri con lo psi, per mettere un po’ di ordine dentro la mia testolina. Diciamo che l’inizio è stato poco incoraggiante, probabilmente la prox settimana inizio una nuova terapia.

          "Mi piace"

          • La Grazia ha detto:

            Se i tuoi problemi li dovessi mettere su un misuratore da 1 fino a 10 che numero gli attribuiresti?
            Consulta chi ti fa sentire più sereno ma usa soluzioni incociate tipo medico e meditazione 🧘 farmaci e dieta, disintossicati innanzitutto perché prima di prendere farmaci il corpo deve essere pulito.
            Io ebbi un solo attacco di panico nella mia vita adulta e il test del misuratore sfondo il + 100
            Da piccola soffrii a volte di …… brutti sogni ma King mi ha spiegato anche quelli
            ( detto fra noi ai neuropsi non credo ) ma so che ci andrai comunque, almeno scegli il migliore e fai uno sport 🏀

            Piace a 1 persona

            • Kikkakonekka ha detto:

              Dipende dai giorni.
              I giorni veramente “down” direi 6-7 su 10.
              In media 2, perché bisogna considerare chi sta davvero peggio, con malattie gravi e incurabili.

              "Mi piace"

            • La Grazia ha detto:

              Ma ti è successo anche questa estate a Sorrento ? Io proprio ero messa male con mia madre gocciolante e i medici che dicevano che le cronicità vanno viste a casa e non volevano ricoverarla piansi pure al telefono con uno del cento diciotto Perche questa burocrazia mi sobbarcava ingiustamente
              Ma ci avrei tenuto a incontrarti e volevo conoscere tuo figlio
              L’unico periodo in mezzo a questa pandemia per viaggiare e siamo rimasti a sudare il mare 🌊 sana dicono qui ( guarisce) e ne sento molto la mancanza

              Piace a 1 persona

            • Kikkakonekka ha detto:

              No. Capita quando meno te lo aspetti, di solito alla fine di un periodo caotico, quando corpo e psiche tengono duro, e poi mollano di colpo.

              "Mi piace"

            • La Grazia ha detto:

              Prova i respiri della meditazione 🧘 iniziai nel 2007 e stamattina mi rimetto a leggere il libro che devo anche smaltire

              Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...