“Un uomo, un viaggio”

Ricordo nitidamente di quando scrissi un tema splendido che la prof di III superiore non capì e mi diede 5 perché “molto bello ma fuori tema”. Io provai a farle capire che era assolutamente in tema, ma lei non fu d’accordo ed il voto non cambiò.

Il titolo del tema era “Un uomo, un viaggio”.
Si parlava di “viaggi”, il mio svolgimento riguardava un viaggio immaginario, mentre lei voleva si parlasse di un viaggio reale. Ma il titolo era vago, e poteva tranquillamente essere interpretato come feci io.

Questa voce è stata pubblicata in Ricordi di scuola e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a “Un uomo, un viaggio”

  1. Vittorio ha detto:

    lo stesso titolo del tema che jules verne sviluppò come il giro del mondo in ottanta giorni 🙂

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Non lo sapevo, probabilmente la prof si era ispirata ad esso.
      Ad ogni modo, quel tema rimane una delle mie maggiori delusioni scolastiche della mia vita, fu un insulto darmi 5, davvero.
      E’ un peccato che io non abbia tenuto a suo tempo la “brutta copia”.
      Figurati che poi la scuola aveva l’obbligo di tenere per 5 anni i compiti in classe archiviati, ma quando l’anno dopo chiesi di averne visione mi venne negata la possibilità.
      Mi ero intestardito di avere diritto alla revisione del voto, anche un anno dopo.

      "Mi piace"

      • Vittorio ha detto:

        non sapevo dei cinque anni di archiviazione
        i miei temi raggiungevano la sufficienza risicata
        non erano manco degni di essere messi in un archivio

        Piace a 1 persona

        • Kikkakonekka ha detto:

          Ma la mia era una questione di principio.
          La prof mi aveva preso di mira, e volevo una valutazione da un qualsiasi altro docente “neutro”.
          Nulla di fatto, amen.

          Quella prof la ricordo spesso nelle mie imprecazioni.

          "Mi piace"

          • Vittorio ha detto:

            se la professoressa ti aveva preso di punta anche se avessi scritto una ode leopardiana ti avrebbe dato una insufficienza
            ci puoi fare pco tranne serbare per te la soddisfazione di avere scritto un bel tema

            "Mi piace"

  2. Viniskia ha detto:

    una prof di lingua che non accetta una libera interpretazione dovrebbe andare a vendere i bruscolini sulle bancarelle di una fiera paesana. e mi scuseranno i venditori di bruscolini.

    Piace a 1 persona

  3. silvia ha detto:

    Il brutto di alcuni professori è che vedono le cose e le valutano solo secondo la propria visione e la propria idea, cosa assolutamente errata!
    Buona giornata.

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Fu una cocente delusione.
      Un anno dopo andai in presidenza per avere indietro il Tema (aera mio diritto, e la scuola aveva l’obbligo di tenete i compiti in classe per 5 anni) ma mi venne negato. Ero cocciuto e, anche se non sarebbe servito a nulla, volevo a tutti i costi una revisione del voto.
      Nulla di fatto.

      "Mi piace"

  4. Raffa ha detto:

    Avrebbe dovuto premiare la fantasia. Non era mica un compito di geografia. A me successe una cosa simile, il tema era “Intervista a…” La mia adorabile prof d’italiano avrebbe voluto un tema di attualità, possibilmente politica, io immaginai di intervistare Leopardi. Non ti dico i suoi commenti.

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Prof che non sanno insegnare e non sanno premiare, perché pretendono che i ragazzi abbiano la stessa visione che hanno loro.

      Mi arrabbiai molto.
      L’anno dopo tornai alla carica, e chiesi in Presidenza di poter prendere visione del tema, che loro per legge avevano l’obbligo di tenere per 5 anni. Volevo vedere il tema e avere una nuova valutazione, anche se era passato un anno. Volevo una valutazione obiettiva. Ma mi venne negata questa opportunità, non ricordo con quale scusa.

      Li odio ancora, dopo 30 anni ed oltre.

      Piace a 1 persona

      • Raffa ha detto:

        Ci credi che la mia insegnante è morta da poco di tumore, e quando l’ho saputo non sono riuscita a provare pietà? Mi vergogno perché non è un sentimento cristiano, ma visto che lei mi ha sempre preso in giro per le mie convinzioni religiose e le ha usate contro di me, forte della sua posizione, forse non se la merita la mia cristiana pietà.

        Piace a 1 persona

  5. vittynablog ha detto:

    La tua insegnante non vedeva al di là del suo naso. Doveva premiarti per aver fatto uso della fantasia! Un bravo oggi, non te lo leva nessuno!!!! 🙂

    Piace a 1 persona

  6. Ciao Andrea, hai perfettamente ragione il titolo non era chiaro
    Sono poco presente su WP perché in casa ho un pc obsoleto, una linea che ,partita bene anche se economica , si scollega in continuazione e dal cel mi riesce difficile postare, leggere e commentare
    Spero di trovare presto una soluzione

    Piace a 1 persona

  7. La Grazia ha detto:

    Ho buttato anni fa tutti quaderni libri diari arrabbiatissima per tutte le idiozie che fanno studiare e per le cose che non dicono

    Piace a 1 persona

  8. La Grazia ha detto:

    Prova a riscriverlo qui il tuo tema per quello che ricordi 🥰

    Piace a 2 people

  9. fravikings ha detto:

    I professori, spesso, empatizzano poco con gli alunni, è questo il problema!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...