Saturday Pop. The Rolling Stones: “Ruby Tuesday”

Nonostante sia stata pubblicata nel 1967, prima che io nascessi, io a casa ho il 45 giri di “Ruby Tuesday”, una canzone che mi è sempre piaciuta ma il cui significato non avevo mai avuto modo di approfondire.

Partiamo dal fatto che “Ruby Tuesday” è stata pubblicata negli USA come 45 giri raggiungendo il 1° posto in classifica, mentre nella nativa Inghilterra la stessa canzone fu pubblicata solo come “Lato-B” del singolo “Let’s Spend The Night Together”. Tuttavia in una Inghilterra ancora molto “puritana” una canzone con il titolo “Passiamo la notte insieme” venne vista come poco adatta ad essere trasmessa, per cui fu proprio il “Lato-B” “Ruby Tuesday” ad avere maggiore programmazione radiofonica. Alla fine il 45 giri “Let’s Spend The Night Together”/”Ruby Tuesday” arrivò al 3° posto in classifica.

La canzone ebbe una genesi controversa.
Sebbene firmata da Mick Jagger e Keith Richards, sembra che l’apporto alla composizione da parte di Jagger sia stata pressoché nulla.
“Ruby Tuesday” venne in effetti scritta da Keith Richards, che nel testo parla della sua fidanzata di allora: una ragazza volubile, sempre piena di iniziative, che non stava mai ferma al punto da apparire “nuova” ogni giorno che stavano insieme. Non bastavano i soprannomi: Linda Keith (questo il suo nome) ogni giorno appariva diversa ed imprevedibile.

“Who could hang a name on you
When you change with every new day?”

“Chi potrebbe darti un nome
quando cambi ogni nuovo giorno?”

A livello compositivo, Bill Wyman (ex componente dei Rolling Stones) disse che fu scritta totalmente da Richards, mentre Marianne Faithfull (a lungo tempo compagna di Jagger e collaboratrice dei Rolling Stones) nella sua autobiografia affermò che fu decisivo il contributo musicale di Brian Jones (anch’egli ex componente del gruppo). Seguendo tuttavia la tradizione dei Rolling Stones, la firma in calce alla canzone venne apposta dalla coppia Jagger/Richards.

Poi un giorno Keith Richards tornò a casa, e lei – la volubile Linda “Ruby Tuesday” – non c’era più. Lo aveva lasciato. Era un martedì.

“Goodbye Ruby Tuesday
Who could hang a name on you?
When you change with every new day
Still I’m gonna miss you”

The Rolling Stones
Ruby Tuesday
7″
Anno: 1967
Casa discografica: London Records
Codice: 45 LON 904

A Let’s Spend The Night Together
B Ruby Tuesday

Questa voce è stata pubblicata in saturday pop e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Saturday Pop. The Rolling Stones: “Ruby Tuesday”

  1. Raffa ha detto:

    Molto bellina, fresca, orecchiabile. Molto british e anni ’70.

    Piace a 2 people

  2. Possono piacere o meno, ma fanno comunque parte della storia del rock

    Piace a 2 people

  3. Tutti i colori del mio autunno🍁 ha detto:

    Bellaaaaaaaaaa

    "Mi piace"

  4. vittynablog ha detto:

    Bellabellabella!!!! ❤

    Piace a 1 persona

  5. Vittorio ha detto:

    Personalmente non l’ho mai vista come canzone degli stones. Le manca quel ritmo graffiante che è il loro marchio di fabbrica

    Piace a 1 persona

  6. silvia ha detto:

    Fanno parte della storia della musica, ma sinceramente non mi sono mai piaciuti 😉

    Piace a 1 persona

  7. Paola Bortolani ha detto:

    bella! Grazie 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...