Saturday Pop. Madonna: “Hung Up”

E’ ancora poco chiaro, in molti fruitori di musica, in cosa consista il termine “campionamento”.
Molti pensano che si tratti di una banale “scopiazzatura”, oppure di un modo furbo per costruire un brano sfruttando il lavoro altrui.
Tutt’altro.

Il “campionamento” musicale consiste nel prelevare un suono, una parte musicale, o una parte vocale di un brano di un altro artista, e di collocare questo stesso “campionamento” in una canzone nuova di zecca in cui il “campionamento” può essere o parte complementare (vedasi “Bitter Sweet Simphony” dei Verve con il campionamento di “The Last Time” dei Rolling Stones) o parte fondamentale, come accade proprio con “Hung Up” di Madonna.

Il “campionamento” non è assolutamente un “furto musicale”: per poterne usufruire è necessario avere il consenso dell’autore del brano originale, e ad esso vanno pagati i regolari diritti d’autore, anche se il “campionamento” avesse durata minima.

L’introduzione strumentale di “Hung Up”, infatti, contiene un importante “campionamento” del brano “Gimme! Gimme! Gimme! (A Man After Midnight)” degli Abba, che poi viene ripetuto più volte lungo la durata della canzone.
Si tratta di un “campionamento” assolutamente fondamentale per la canzone, che se ne fosse priva risulterebbe davvero incompleta e di fatto meno bella.
Non fu facile convincere gli Abba – o meglio gli autori Benny Andersson e Björn Ulvaeus – a dare il loro consenso per l’uso del campionamento. Di fatto Madonna arrivò quasi a supplicarli, ed ottenne il loro consenso anche grazie alla stipula di un contratto che concedesse a loro importanti royalties basate sulle vendite di “Hung Up”. Era la seconda (e fino ad oggi ultima) volta che gli Abba concedevano il loro consenso per l’uso di una loro canzone, prima di allora era capitato solo con i Fugees ed il loro brano “Rumble in the Jungle” che utilizzava la “bassline” di “The Name of the Game”.

Pubblicata nel 2005, “Hung Up” ebbe un successo clamoroso: 1° posto in ben 41 nazioni, 36° Top 10 di Madonna negli USA (record a pari merito con Elvis Presley), brano dance di maggiore successo del decennio, oltre 5 milioni di copie vendute (che per un singolo sono tantissime).
Il tutto grazie (anche) ad un “campionamento”.

Madonna
Hung Up
CD singolo americano
Anno: 2005
Casa discografica: Warner
Numero di catalogo: 42845-2

1 Hung Up (Radio Version)
2 Hung Up (SDP Extended Vocal)
3 Hung Up (Tracy Young’s Get Up And Dance Groove Edit)
4 Hung Up (Bill Hamel Remix)
5 Hung Up (Chus & Ceballos Remix)
6 Hung Up (SDP Extended Dub)

Questa voce è stata pubblicata in saturday pop e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

20 risposte a Saturday Pop. Madonna: “Hung Up”

  1. Vittorio ha detto:

    Rapper’s delight campionava gli chic di good times ad esempio. Il successo di quel brano rese il rap famoso nel mondo

    Piace a 1 persona

  2. Colorofuoridaimargini ha detto:

    Quant’è bella sta canzone? Troppo

    Piace a 1 persona

  3. Non sapevo nulla del campionamento. Interessante!

    Piace a 1 persona

  4. Le conosco entrambe. Molto piacevoli. 🙂

    Piace a 1 persona

  5. wwayne ha detto:

    Alle superiori avevo una professoressa di Storia e Filosofia davvero temutissima. Non perché fosse cattiva, ma perché era una persona molto fredda, e quindi non aveva assolutamente l’atteggiamento collaborativo che riscontravamo in quasi tutti gli altri professori.
    Una delle cose che le davano più sui nervi era che un cellulare squillasse durante una sua lezione. Onestamente non ho mai capito perché diventasse una bestia di Satana quando questo succedeva: un alunno non lo faceva mica apposta di far suonare il cellulare, aveva avuto soltanto la doppia sfiga di essersi scordato di mettere il silenzioso e di essere stato chiamato proprio durante la sua ora.
    Ad ogni modo, ricordo che una volta successe proprio quest’incidente, e il compagno a cui era iniziato a squillare il cellulare aveva messo come suoneria proprio “Hung up” di Madonna. L’episodio mi è rimasto impresso per la totale discrepanza tra il tono della canzone (pensata per un contesto allegro e discotecaro) e l’atmosfera di puro terrore che c’era in classe in quel momento.

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Anch’io avevo la prof di filo/storia poco empatica. Non esistevano i cellulari, ma lei si arrabbiava per qualsiasi futile motivo. A mio parere era comunque una buona insegnante, ma i miei vecchio compagni hanno un ricordo molto negativo di lei anche come docente. Certo aveva un carattere di m*rda, ma ci ha dato un metodo di studio rigoroso e mai superficiale.

      "Mi piace"

      • wwayne ha detto:

        Insegnare a studiare è effettivamente un grande dono. Ci vuole poco, basta dare 2 o 3 dritte, ma pochi professori sono disposti a sottrarre tempo alla loro materia per fornire queste indicazioni. Anche perché alcuni di loro hanno soltanto 2 ore a settimana (alcune delle quali vanno destinate all’interrogazione anziché alla spiegazione), e quindi per loro ogni minuto è oro. Grazie per la risposta, e buon appetito! 🙂

        Piace a 1 persona

        • Kikkakonekka ha detto:

          Lei ti insegnava a ragionare, a fare collegamenti interdisciplinari, a capire il concetto, cosa rara.
          Era una enorme stronza, ma questo non va confuso con la capacità di insegnare.

          Un giorno disse: “voi potete essere la futura classe dirigente, dovete imparare a pensare, non a parlare”

          "Mi piace"

  6. silvia ha detto:

    E’ bastato un piccolo spunto a Madonna per creare un successo. Bella anche quella degli Abba, ma tutta un altra cosa 😉 Buon fine settimana 🙂

    Piace a 1 persona

  7. Raffa ha detto:

    Non ne sapevo niente e non conoscevo la canzone degli ABBA. Concordo con Silvia che quella di Madonna ha qualcosa in più. Buon sabato!

    "Mi piace"

  8. vittynablog ha detto:

    A parte che sei bravissimo e informatissimo sulla musica, non posso che complimentarmi con te! La Canzone di Madonna è bella, ma gli ABBA….per me hanno una marcia in più!!!!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...