Saturday Pop. Christine Milton / Jamelia: “Superstar”

Le prime parole che mio figlio ha imparato a dire da piccolo furono “mamma”, “papà”, “nonna”, “nonno” e “giamelia”.
Sì, perché quand’era piccolo ed in TV girava il videoclip di Jamelia, lui rimaneva come ipnotizzato.
In effetti lei era davvero molto carina e lui – sebbene molto piccolo – se ne era accorto.


Jamelia

La canzone, intitolata “Superstar”, aveva avuto una genesi molto particolare.
Ad inizio 2003, in Danimarca, si vide l’esordio discografico della giovane 17enne Christine Milton.
Christine aveva da poco partecipato al talent show televisivo “Popstars”, arrivando tra i finalisti, e per il suo debutto discografico gli autori Cutfather/Belmaati/Remee scrissero il brano “Superstar” che portò la cantante al 1° posto in Danimarca per ben 7 settimane consecutive. Un successo assoluto, ma limitato ai confini danesi.

Christine Milton
Superstar
CD singolo
Anno: 2003
Casa discografica: BMG
Codice: 74321 98822 2

1 Superstar
2 Superstar (Mestarr Radio Edit)
3 Superstar (Mestarr Club Mix)
4 Superstar (Instrumental)

Nel frattempo in UK la giovane Jamelia sta preparando il suo 2° album, intitolato “Thank You”. Il 1° album “Drama” del 1999 l’aveva fatta conoscere al grande pubblico, con alcuni singoli di discreto successo.
Siamo nel 2003, Jamelia ha 23 anni ed è diventata mamma da un paio d’anni: ci vuole un singolo “forte” per un rilancio discografico in grande stile.
Nonostante “Superstar” fosse stata pubblicata 2 mesi prima in Danimarca da Christine Milton, nel Regno Unito (ma in generale in tutto il mondo), la canzone non la conosce nessuno.
La canzone diventa la chiave del rilancio discografico di Jamelia: 1° posto in Australia e Nuova Zelanda, 3° posto in UK, Top 10 in ben 15 nazioni, circa 1 milione di copie vendute nel mondo.
Lo stesso album “Thank You” trae enorme beneficio dal successo di “Superstar”, arrivando alla posizione #4 in UK vendendo oltre 3 milioni di copie nel mondo.

Strana la vita.
Per motivi diversi sia la carriera discografica di Christine Milton che quella di Jamelia si interrompono abbastanza presto, quando sono rispettivamente 25enne e 26enne. Le loro carriere continueranno come attrici e presentatrici sia radiofoniche che televisive.

Jamelia
Superstar
12″
Anno: 2003
Casa discografica: Parlophone
Codice: 12R 6615

A1 Ayo Superstar (JD Remix)
A2 Superstar (Original Mix)
B1 Superstar (Rob ‘Reef’ Tewlow Remix)
B2 Superstar (Copenhaniacs Remix)

Questa voce è stata pubblicata in saturday pop e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a Saturday Pop. Christine Milton / Jamelia: “Superstar”

  1. Raffa ha detto:

    Buongiorno e buon sabato

    Piace a 1 persona

  2. Vittorio ha detto:

    Ecco questa volta non conosco né l’artista né il pezzo

    Piace a 1 persona

  3. silvia ha detto:

    La canzone la ricordo, le interpreti no, ma vedendo i due video quello di Jamelia è sicuramente migliore, è indubbio che nel modo di muoversi e di ballare le persone di colore abbiano una marcia in più, hanno la musica dentro quindi risultano più sexi, più armoniosi e più sensuali.
    Buon fine settimana.

    Piace a 1 persona

  4. Martina ha detto:

    Aveva già capito 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣come gira il mondo

    Piace a 1 persona

  5. vittynablog ha detto:

    Bambino decisamente precoce…. 🙂

    Piace a 1 persona

  6. wwayne ha detto:

    Ricordo benissimo sia il video che la canzone. Uscirono quando avevo appena cominciato le superiori: capii quasi subito che erano molto più impegnative rispetto alle medie e mi regolai di conseguenza, dedicando allo studio un impegno che non avevo mai messo prima. Ovviamente il mio rendimento ne fu influenzato in positivo.
    Al termine di quell’anno scolastico così brillante la mia vita conobbe una svolta anche al di fuori della scuola, perché mi innamorai per la prima volta. A quel punto “Superstar” era già passata di moda, ma mi è rimasta nel cuore lo stesso, perché mi riporta ad uno dei periodi più felici della mia vita.
    Purtroppo Jamelia non ha più saputo replicare il successo di Superstar, e quindi può essere considerata a tutti gli effetti una one hit wonder. Il nostro Tiziano Ferro provò a rilanciarla cantando con lei Universal Prayer: la canzone diventò l’inno ufficiale delle Olimpiadi 2004, quindi godette di una visibilità enorme, ma non era bella quanto Superstar, e quindi non fu sufficiente per riportare Jamelia sulla cresta dell’onda.
    Non sapevo che si fosse reinventata una carriera nell’ambiente televisivo: la cosa non mi stupisce, perché il video di Superstar prova in modo molto chiaro che Jamelia “buca lo schermo”, e quindi ha tutto ciò che le serve per avere successo in quel campo.
    L’aneddoto su tuo figlio è davvero tenerissimo.

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Meglio essere “one hit wonder” che “no hit wonder” (cit.)

      Lei era veramente carina, poi sai, per avere una carriera a volte ci vuole altro, non basta essere carine e saper cantare. Anzi, a volte saper cantare conta fino ad un certo punto.

      "Mi piace"

        • Kikkakonekka ha detto:

          Meglio avere un solo successo, che non averne nemmeno uno.

          "Mi piace"

          • wwayne ha detto:

            “Per avere una carriera a volte ci vuole altro, non basta essere carine e saper cantare. Anzi, a volte saper cantare conta fino ad un certo punto.” Era questo il passaggio su cui ti avevo chiesto un chiarimento. 🙂

            Piace a 1 persona

            • Kikkakonekka ha detto:

              Madonna non ha capacità vocali eccelse, ma ha un carattere fortissimo, ha sex appeal, e sa scegliere i collaboratori migliori nel momento giusto.
              Cantanti dorate di maggiori qualità vocali hanno avuto molto meno successo.

              Detto questo, a me le canzoni non sono mai piaciute per le qualità vocali degli interpreti, ma solo perché sono delle belle canzoni.

              Hai spesso nominato Britney: il suo successo non credo fosse dovuto alle sue qualità vocali.

              "Mi piace"

            • wwayne ha detto:

              In realtà aveva anche quelle, e infatti quando un’attrice di Glee ha provato a rifare una sua canzone (Baby one more time) non si è neanche avvicinata alla qualità di Britney.
              Tuttavia, come hai detto tu il suo successo era dovuto soprattutto alla sua immagine di Lolita, innocente e sexy al tempo stesso. Con il tempo il lato sexy ha preso totalmente il sopravvento, poi dopo essersi rasata a zero non era più né innocente né sexy, e quindi in pratica la sua carriera è finita lì. In realtà qualche canzone l’ha indovinata anche dopo quell’episodio, ma non ha mai eguagliato i successi iniziali.
              Tra l’altro ti confesso che sono preoccupato per lei, perché da Martedì ha cancellato il suo profilo Instagram. La cosa non promette niente di buono.

              Piace a 1 persona

  7. Neogrigio ha detto:

    WOW!!!! tuo figlio fin da piccolo mostrava gran gusto! Se gli è rimasto io da papà gli prolungherei di un paio d’ore il ritorno a casa la sera (vedi commento al post di Ehipenny)

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...