“Dentro l’acqua”

Meglio sapere che il proprio padre ha ucciso la mamma, o meglio sapere che la propria mamma lo ha tradito e si è poi uccisa per il rimorso?
Una doppia verità, per un unico evento.
Sean dovrà scegliere a quale verità credere, perché quando la mamma morì lui era troppo piccolo per capire.

Paula Hawkins, diventata famosa per “La ragazza del treno”, in questo romanzo cambia stile.
Le vicende vengono narrate in prima persona dagli 11 personaggi principali, che hanno punti di vista differenti e macabre verità da tenere nascoste.
Pertanto ogni capitolo ha un interlocutore diverso, un punto di vista diverso, una verità diversa.
Solo alla fine del libro le verità arriveranno a coincidere, ed i segreti verranno finalmente svelati.
E Sean sceglierà l’unica verità dei fatti, e non quella cui aveva creduto fino ad allora.
Ma proprio nelle ultime righe svelerà anche lui il proprio segreto, tenuto nascosto per tutta la vita.

Questo stile di scrittura, con le voci narrative separate, ha avuto recensioni molto contrastanti.
A me è parsa una “innovazione” molto valida, che ha permesso al lettore di ricostruire le vicende partendo da punti di vista che all’inizio parevano del tutto incongruenti tra loro ma che poi, tassello dopo tassello, creano un puzzle all’inizio inimmaginabile.

Questa voce è stata pubblicata in libri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a “Dentro l’acqua”

  1. Vittorio ha detto:

    letto tempo fa
    appena posso leggo il terzo, pubblicato da poco

    Piace a 1 persona

  2. vittynablog ha detto:

    Penso che lo leggerò perchè lo stile mi piace!

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      L’ho scelto dopo aver letto la trama, perché “La ragazza del treno” mi era piaciuto molto.
      Scelta indovinata, Vittorio mi segnala l’uscita di un nuovo libro dell’Autrice.
      “Un fuoco che brucia lento”, mi informo…

      "Mi piace"

  3. gaberricci ha detto:

    Un’innovazione in realtà non è, è un tecnica usata sia nei romanzi (tantissima “spazzatura” young adult è scritta così) sia al cinema (Rashomon di Kurasawa, e si parla di Anni 50).

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...