Il mio campo di papaveri preferito

[Foto mie]

2020:

2021:

[ci si può accorgere che il posto è il medesimo dalla presenza dei tralicci nella parte destra della foto. L’angolazione dei 2 scatti è quasi la medesima]

Maledetti.

Padova non è in crescita demografica, non c’è nessun bisogno di costruire ulteriori 24 villette a schiera.
Ce ne sono ancora di invendute dalla precedente lottizzazione, senza contare gli appartamenti vuoti ed invenduti che si trovano un po’ ovunque nel mio quartiere ed in quelli limitrofi.
E’ ora di smetterla di costruire a destra ed a manca, bisogna smettere di rubare il verde che appartiene a tutti noi.
Insisto a dire che bisogna fare una legge che imponga la “bonifica” di aree già edificate, ma da bonificare, e di salvaguardare le aree verdi che ci circondano.
Costa di più? Amen! Ma avremo ancora i prati di papaveri come quello che avevo vicino a casa ed ora non esiste più.

Maledetti.

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

35 risposte a Il mio campo di papaveri preferito

  1. Non basta invogliare, bisognerebbe pretendere che dove ci sono case da ristrutturare e disabitate, si cominci da lì.

    Piace a 1 persona

  2. Raffa ha detto:

    E’ un delitto.

    Piace a 1 persona

  3. Anche questo mi ha intristita…ed è molto più vicino a noi.

    Piace a 1 persona

  4. Paola Pioletti ha detto:

    Ecco…. che dire…

    Piace a 1 persona

  5. Massi Tosto ha detto:

    In Italia, specialmente al nord è pieno di case invendute, ma costruiamo ugualmente si sa mai che gli americani e i cinesi si spostino tutti qui

    Piace a 1 persona

  6. vittynablog ha detto:

    Era un prato bellissimo, comprendo il tuo sdegno!!!!

    Piace a 1 persona

  7. lali1605 ha detto:

    Che tristezza. Adoro fotografarli.

    Piace a 1 persona

  8. Finirà come Evergrande, coi carabinieri che tirano giù case mai abitate.

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Fanno schifo, diciamolo.
      Uccidiamo il bello intorno a noi per la sola logica del profitto.

      "Mi piace"

      • Anche qui a Steppa Orientale hanno provato a ravvivare il panorama con una serie di lottizzazioni ad canis cazzum ed un paio di casette di prova a prezzi assassini.
        Per ora stanno tornando a crescerci i tulipani, quindi è tutta questione di tempi.

        Piace a 1 persona

        • Kikkakonekka ha detto:

          Lunga vita ai tulipani.
          Le casette e gli appartamenti che fabbricano, poi per metà restano sempre invenduti, perché hanno costi inaccessibili.

          "Mi piace"

          • Per i primi dieci anni, il tempo che gli impianti marciscono e l’illuminato imprenditore si cappotta con tutta la baracca, poi chi conosce il giochino la prende per un pezzo di pane all’asta, la rinnova e la piazza nuovamente sul mercato ad un prezzo assassino. Tutto sta ad avere il rotolo di banconote del giusto spessore al momento giusto.

            Mi sto guardando in giro da qualche tempo, e fosse per me buona parte della periferia di Steppa Orientale sarebbe espropriata e calmierata.
            Tu (giustamente) parli del verde che non avremo più indietro, a me fa rabbia vedere costruzioni relativamente moderne mangiate dalle erbacce perché ci sono ottordici proprietari che non si accordano per vendere, solo per farsi i dispetti tra loro.

            Piace a 1 persona

  9. Paola Bortolani ha detto:

    sono perfettamente d’accordo, e semmai c’è tanto da ristrutturare. Non cresciamo demograficamente, che ce ne facciamo di case nuove?!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...