Michele Merlo ed una morte assurda

Ho letto alcuni articoli relativi alla morte del giovane cantante Michele Merlo, a causa di una leucemia che – per quanto fulminante – avrebbe potuto essere diagnosticata e affrontata con quelle cure che, invece, non ha avuto.

– strane ecchimosi, mail al proprio medico: nessuna risposta
– pronto soccorso a Cittadella (PD): codice bianco, ore ed ore di attesa, se ne va senza essere stato visitato
– visitato dal medico di base: rivediamoci tra alcuni giorni
– cefalea, ecchimosi, epistassi: ospedale di Vergato (BO), è notte, nessuno lo visita
– muore: aveva 28 anni

Ora: davvero ci meritiamo una sanità di questo tipo?
Dopo anni, decenni di tagli alla sanità, non è forse il caso di rinforzare i reparti, di assumere per i Pronto Soccorso, aumentare il numero dei Medici di Base, fare qualcosa per le visite specialistiche in regime di convenzione?

Avete provato a cambiare medico di base? Il mio è andato in pensione un anno e mezzo fa, per trovarne un altro ho dovuto fare i salti mortali, perché sono tutti pieni, ed il mio medico ora è tutt’altro che un medico “sotto casa”.

Avete avuto bisogno del Pronto Soccorso?
Avete avuto bisogno di prenotare una visita specialistica in convenzione con la vostra USL?

Ecco: io sì.
Ed il senso di smarrimento è enorme, credetemi.

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

35 risposte a Michele Merlo ed una morte assurda

  1. Vittorio ha detto:

    Per prenotare gli esami dì mio papa abbiamo dovuto scontrarci con la burocrazia e la non presenza fisica del medico.
    La popolazione aumenta e i medici diminuiscono

    Piace a 1 persona

  2. luisa zambrotta ha detto:

    Mi unisco e condivido il tuo smarrimento…

    Piace a 1 persona

  3. vittynablog ha detto:

    La situazione è drammatica! Purtroppo i medici veri, che ascoltano davvero il paziente, sono sempre più rari! Basta sentirli parlare…di vacanze, di cene . E tutto mentre stanno visitando il malcapitato che gli è finito sotto mano. Magari quel giovane sarebbe moto ugualmente, ma almeno se l’avessero capito in temp quello che aveva, anche lui non si sarebbe sentito abbandonato….

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Il vero problema, Vitty, è che i medici sono sempre meno, sempre più soli e non in grado di gestire tutti i pazienti che hanno a carico.
      Deve aumentare il numero dei medici di base, e devono cambiare i metodi di prenotazioni delle visite convenzionate, dato che le liste d’attesa sono lunghissime e molti hanno urgenze pertanto vanno a pagamento.

      "Mi piace"

  4. andream2016 ha detto:

    il problema vero è che la sanità pubblica è allo steremo per i tagli continui. I pronto soccorso sono allo stremo ed i medici fanno turni massacranti.

    Piace a 2 people

  5. Ehipenny ha detto:

    Facile millantare una sanità pubblica per tutti, ma dovrebbe anche funzionare… stendo un velo pietoso sul mio medico di base, che l’ultima volta mi ha quasi sbattuta fuori perché “avevo solo un po’ di tosse”, mi scusi se l’ho disturbata

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Io sono stato ripreso dalla segretaria del mio medico, perché via mail avevo chiesto un medicinale:
      “non abbia fretta, non si tratta di un salva-vita”
      Certo, non era un farmaco salva-vita. ma ne avevo comunque bisogno.

      "Mi piace"

  6. endorsum ha detto:

    oh mamma, diventa sempre più un terno all’otto.

    Piace a 1 persona

  7. wwayne ha detto:

    Ero insoddisfatto del mio medico di base, perché è una ragazzina sprovveduta appena uscita dalla facoltà di Medicina e soprattutto perché è sempre irrintracciabile. Leggendo il tuo post ho capito che devo essere comunque soddisfatto, perché c’è gente che il medico di base non ce l’ha proprio.

    Piace a 1 persona

    • I medici giovani sono inesperti, ma di solito, nella mia esperienza, più scrupolosi e pazienti. I medici anziani sono più esperti, ma a volte esasperati, stanchi e hanno perso la pazienza. Ci sono pro e contro!
      Poi ovviamente dipende molto dal carattere della singola persona, non si può generalizzare.

      Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Ciao Wwayne.
      Il senso del mio post non era tanto finalizzato alla colpevolizzazione dei medici, quanto a rimarcare il fatto che anche loro agiscono in perenne affatto perché sono in pochi (medici di base, medici di PS) perché hanno le mani legate, e perché purtroppo anche le visite specialistiche convenzionate con l’USL sono difficili da ottenere.
      La inesperienza non può essere una colpa, perché anche i medici più bravi ed esperti sono partiti da zero.

      Vero comunque che spesso, data la carenza di organici, anche i meno esperti vengono gettati nella mischia e posti in prima linea, quando magari dovrebbero fare un anno di affiancamento in più.
      Ma ne hanno mandati in pensione troppi, ed il ricambio generazionale tarda ad arrivare.

      "Mi piace"

  8. In mezzo a tanti altri commenti e a tante altre cose che si possono dire, aggiungo la mia opinione, cercando di sintetizzare: siamo grati di avere la sanità pubblica, perché dove non c’è è peggio! Comunque, sono lieta di sapere che in caso di necessità c’è un posto dove andare, ma meglio non aver mai questa necessità, perché ti aggiustano un problema e te ne creano un altro! Magari meno grave del precedente, ma comunque un problema, non fosse altro il riprendersi dopo un ricovero.
    Però davvero bisognerebbe fare qualcosa per migliorarla questa sanità pubblica! Non so come, probabilmente dovremmo pretendere di più noi “utenti”? In che modo?
    Io già da tempo rinuncio quasi del tutto a prenotare le analisi del sangue presso l’ospedale, preferisco andare in un laboratorio convenzionato, stessi prezzi e non c’è bisogno di prenotare.

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Bisogna aumentare il numero dei medici di base, accorparli nei centri di medicina in modo da dare agli utenti un servizio più ampio come orario, ed aumentare anche le dotazioni di medici di Pronto Soccorso.
      Per ultimo rivedere le liste di attesa per le visite specialistiche sotto convenzione.
      Troppi tagli alla sanità pubblica negli ultimi decenni, e sotto il Covid l’emergenza è diventata palese sotto gli occhi di tutti.
      Molti medici – di ogni categoria – sono andati in pensione e non c’è stato il cambio generazionale. e la medicina territoriale è gravemente in affanno ovunque.

      "Mi piace"

  9. La Grazia ha detto:

    Ma vieni al sud
    A Siena hanno il mega schermo nel ps
    Ma non aveva fatto il 💉

    Piace a 1 persona

  10. Raffa ha detto:

    Il mio medico di base spesso stacca il telefono dell’ambulatorio in modo che chi chiama trova sempre occupato. L’ho visto fare mentre ero lì per una visita. Non cambio solo perché ho paura di finire peggio.
    Non c’entra nulla, ma alcuni tuoi post non mi sono usciti nel Reader, né ieri né oggi.

    Piace a 1 persona

  11. Paola Bortolani ha detto:

    è decisamente il caso di investire nel settore, e pesantemente

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...