Lo scambio delle tabelle

Ogni tanto tra queste righe nomino il mio “capo”, un individuo antipatico, arrogante, maleducato e francamente inguardabile.
Le sue idee sono sempre obsolete e contraddicono il normale svolgere del lavoro, ed in effetti tutti noi non vediamo l’ora che vada in pensione, cosa che dovrebbe accadere tra 3 anni.
Un esempio della sua maleducazione e stupidità è accaduta un paio di settimane fa, e ve la racconto a titolo esemplificativo.

Nell’uso di un software di controllo, il “capo” si rivolge a noi del CED via mail con la consueta maleducazione: “Il programma funziona male, la tabella “A” che prima vedevo in primo piano, ora la vedo dietro la tabella “B”. Cosa avete combinato?
Risposta: “Non abbiamo combinato proprio nulla, semplicemente devi averle invertite. Pertanto con il mouse devi prendere la tabella “B” e trascinarla dietro la tabella “A”, così vedrai nuovamente la tabella “A” in primo piano“.

La soluzione era semplice al punto che l’avrebbe intuita un bimbo di 6 anni.
Ma non è mica finita!

Il “capo” ha voluto avere l’ultima parola: “Non è vero che devo trascinare la tabella “B” dietro la “A”, ma è vero il contrario. Dovevo trascinare la tabella “A” davanti alla tabella “B”“.

Ditemi voi come si fa ad avere a che fare tutti i giorni con un idiota del genere.

Questa voce è stata pubblicata in lavoro e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

54 risposte a Lo scambio delle tabelle

  1. Vittorio ha detto:

    sei fortunato che sia un capo a frti queste domande.
    di solito, i capi cambiano in fretta
    peggio sarebbe il caso dei colleghi che sono dieci anni che ti chiedono “come si fa?” per la stessa procedura

    Piace a 1 persona

  2. emozioniamatita ha detto:

    In effetti…….. Mi chiedo più che altro come facciano a ricoprire ruoli dirigenziali,essendo un capo …. Mah

    Piace a 1 persona

  3. valy71 ha detto:

    Un tipo simpatico e cordiale, non c’è che dire. Saluta, chiede per favore e ringrazia ogni volta. Per nulla polemico. Ti capisco Andrea, è dura avere a che fare con un individuo simile, io sul lavoro subii anche un pesantissimo mobbing, mi stavano facendo andare fuori di testa!

    Piace a 2 people

  4. Raffa ha detto:

    Sembra mia cognata, e ho detto tutto.

    Piace a 2 people

  5. labisbetika ha detto:

    Ci vuole taaanta pazienza.

    Piace a 1 persona

  6. Speranza ha detto:

    È un dinosauro. Vorrei dirti che tre anni passano in fretta, ma non sarà così. Prendetela con ironia perché in alcuni momenti sembreranno sei.

    Piace a 2 people

  7. luisa zambrotta ha detto:

    la ricordi la teoria dell’incompetenza di Peter? “In una struttura gerarchica i lavoratori vengono promossi fino a raggiungere il livello di incompetenza, e rimangono a quel livello per il resto della loro carriera.” 😉

    Piace a 2 people

  8. Bergontieleonora ha detto:

    Con certe persone ci vorrebbe la pazienza di un santo e mi sa che nemmeno quella basterebbe, 😉.

    Piace a 2 people

  9. Topper Harley ha detto:

    Che arroganza! Lo definirei anche coglione, il che giustificherebbe la sua aggressività. Sa di esserlo e mostra superiorità per un problema interiore.

    Piace a 1 persona

  10. alicespiga82 ha detto:

    Ho avuto due capi inetti per anni (troppi anni), poi per fortuna ho cambiato lavoro e ora sto decisamente da dio. A volte devi solo aspettare il magico momento in cui cambierà qualcosa: nel tuo caso, il suo pensionamento. E prendi il buono che può dare, ovvero le sue competenze. Il resto? Dentro da un orecchio e fuori dall’altro: è sopravvivenza.

    "Mi piace"

    • Kikkakonekka ha detto:

      “Dentro da un orecchio e fuori dall’altro”
      Faccio esattamente così, anche se a volte sbaglio e gli rispondo indietro, nonostante tutti mi dicano che sarebbe meglio starsene zitti. Ma di fronte ad arroganza ed incompetenza non riesco a tacere.

      "Mi piace"

  11. 2010fugadapolis ha detto:

    Le persone che fanno così, a prescindere dal ruolo che ricoprono, hanno un problema a monte, che nasce dall’infanzia. Sono quelli cui non hanno insegnato a pulirsi il culo da soli, e di conseguenza appena si sporcano si mettono a frignare. Crescendo, questa tara si traduce nel rompere le palle a qualcun altro per ogni minima stupidaggine. La loro unica speranza di sopravvivenza è quindi raggiungere una posizione di comando (o essere ricchi) per esser certi di avere sempre qualcuno che gli faccia il bidet. Semplice. Ed è inutile (perché ormai è tardi) cercare di insegnare loro come si fanno le cose. Non vogliono imparare, per loro va bene così.

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Sembra che tu lo conosca, talmente bene hai definito la sua personalità.

      Ma non è solo questo: fuori dall’ufficio è una nullità, per molti motivo che non tedio a spiegare, per cui il lavoro diventa per lui anche una valvola di sfogo per le sue repressioni.

      "Mi piace"

      • 2010fugadapolis ha detto:

        Non conosco personalmente lui, ma ne ho conosciuti talmente tanti così che ormai li “fiuto” a distanza… ne esistono in ogni campo e sono una delle cause principali che a suo tempo determinarono la mia scelta di vita “scomoda”.
        Molti fanno l’errore di comportarsi così anche quando sono in veste di “cliente” e non di “superiore gerarchico”, perchè credono che basti essere quello che paga per poterselo permettere. Beh, sono quelli con cui mi diverto di più. Quando ti “servi” da me e finchè ci sto io, il capo sono io.

        Piace a 1 persona

  12. 😀 😀 che intelligentone!

    Piace a 1 persona

  13. Paola Bortolani ha detto:

    Gli manderò mio nipotino come consulente. Ha due anni, ma un senso logico più sviluppato 🙂

    Piace a 1 persona

  14. valentina ha detto:

    Divertente la frase finae ed arrivano anche in alto

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...