Esapolis

Da alcuni anni esiste a Padova, a soli 10 minuti da casa mia, il primo grande “insettario” d’Italia, e nonostante la comodità non ero mai andato a visitarlo.
Ho colmato questa lacuna.

Certo, la visita è sconsigliata a coloro che hanno la fobia degli insetti e dei ragni, ma devo comunque confermare che sono tutti belli custoditi all’interno di apposite teche, e non possono farvi alcun male. Ribrezzo magari sì. Male no.

L’area espositiva è di ben 2500 mq, e sorge in un palazzo d’epoca che già ospitava – ed ospita ancora – la più grande collezione italiana di bachi da seta.
Riguardo i bachi da seta: ad Esapolis vengono esposti circa 50 tipi differenti di “Bombyx mori” (la cui larva è appunto comunemente nota come “baco da seta”), con tanto di bozzoli, crisalidi, larve, metodi di tessitura e filatura.
Ma sono ovviamente gli insetti di altri tipi ad attirare maggiormente l’attenzione del visitatore: api, ragni, formiche, scorpioni, mantidi, blatte, coleotteri, libellule, scarabei, millepiedi, cavallette… insetti strani (la maggior parte esposti vivi), alcuni davvero stupefacenti per colori, forme e dimensioni.
Mi hanno impressionato particolarmente alcuni tipi di tarantole (pelose e gigantesche, fino oltre 30 cm di lunghezza), gli scarabei (mai avrei immaginato ne esistessero di così tanti tipi differenti), molti insetti campioni di mimetismo (non solo l’insetto stecco, ma anche l’insetto foglia, per esempio, difficili da notare anche se ce li hai davanti agli occhi), o i millepiedi giganti.
Carino il comportamento del ragno “avicularia purpurea” (originario del sudamerica) che (copio dalla didascalia) “in caso di pericolo spruzza i propri escrementi verso l’aggressore fino ad un metro di distanza”.

Esapolis è una mostra che attira molto i bambini, ed infatti ne ho incontrati parecchi, insieme ai loro genitori. Affascinati dallo straordinario mondo degli insetti, possono (se in gruppo) partecipare ad interessanti laboratori didattici interattivi (sotto la supervisione degli esperti), oppure i più piccoli possono accedere ad “insettolandia”, dove il gioco avvicina i ragazzini al mondo degli insetti.
Per bambini, ed anche per adulti, il cinema 4D che in effetti non riguarda gli insetti ma il mondo faunistico in generale. Dura 10 minuti ed è molto carino.

Alla fine della visita avete la possibilità di acquistare nel negozio un bel fossile di insetto (ovviamente vero), oppure uno scarabeo altrettanto vero ma morto e posto in una scatola trasparente.
Io ho evitato.

https://www.micromegamondo.com/it/musei-e-parchi/esapolis


Nella foto: io dentro la casa delle blatte.



Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

38 risposte a Esapolis

  1. Bel posto e simpatica la tua foto nella casa delle blatte

    Piace a 1 persona

  2. Vittorio ha detto:

    mio zio alfredo aveva la passione degli insetti, che collezzionava in bacheche esposte nel salotto buono di casa
    andare a trovarlo era come fare un giro in un istituto entomologico

    Piace a 1 persona

  3. Misteryously ha detto:

    Che forte buongiorno

    Piace a 1 persona

  4. Sara Provasi ha detto:

    Troppo bella la tua foto! Ci andrei di sicuro… mi piacciono queste cose 😍

    Piace a 1 persona

  5. Giuliana ha detto:

    Insetti, animali meravigliosi (a parte gli scarafaggi)

    Piace a 1 persona

  6. Lu {pandored73} ha detto:

    Orripilanti e affascinanti al contempo.

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Non ho mai amato particolarmente gli insetti, ma in effetti questa mostra ne presenta talmente tanti, differenti per dimensioni e colori, che è da rimanere stupiti.

      Il ragno gigante e peloso che “spara” gli escrementi ne è una prova.

      Mi piace

  7. lali1605 ha detto:

    Alla nana fanno schifo mi ucciderebbe ahaha

    Piace a 1 persona

  8. tramedipensieri ha detto:

    no, dai le blatte no :(((((
    Impressionante

    il ragno invece è molto simpatico 😀

    Piace a 1 persona

  9. quarchedundepegi ha detto:

    Molto interessante… Bellissimo quel ragnetto… piccolino.
    Ce l’hai raccontato proprio bene. Grazie.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

    Piace a 1 persona

  10. silvia ha detto:

    Tolto la tarantola che è da infarto, il resto è interessante 😉

    Piace a 1 persona

  11. Topper Harley ha detto:

    Ribrezzo potrei averne ma vincerebbe la curiosità di andare ad una mostra simile.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...