Dieci alla decima: le mie 10 canzoni preferite sulla pioggia

Il giorno 10 di (quasi) ogni mese, pubblico una personale classifica riguardante argomenti molto differenti tra loro.
Spesso parlo di musica, ma ho parlato anche di sport, di cibo, di vacanze e di quant’altro mi potesse passare per la testa.
Questo mese la mia speciale classifica riguarda le canzoni dedicate alla pioggia.

Mi piace la pioggia.
Mi piace guardarla scendere, mentre bagna i campi attorno a casa mia, mentre pulisce l’aria che respiriamo, mentre rinfresca l’afoso clima estivo.
Certo, non può piacermi quando la furia degli elementi genera danni a cose e persone, ma l’idea di purificazione che mi trasmette la pioggia rimane unico.
La pioggia nutre la mia vena malinconica e si insinua nelle fessure del mio amore per la vita, alimentando il mio “romanticismo” interiore di cui parlai tempo fa.

Sono state scritte molte belle canzoni sulla pioggia, talune anche molto famose.
Tra esse eccone alcune che non entrano nella mia classifica, me che comunque mi piacciono ed ascolto volentieri:
It’s Raining Again (Supertramp)
It’s Raining Men (The Weather Girls)
Piove (Jovanotti)
Rain (The Cult)
Scende La Pioggia (Gianni Morandi)
Singing In The Rain (Gene Kelly)
Sotto La Pioggia (Venditti)

Ecco dunque le mie 10 canzoni preferite che parlano di pioggia.

#10 Red Rain (Peter Gabriel)
Una pioggia rossa per punire i peccati commessi.
Onirica.

#9 November Rain (GnR)
La fine di una storia d’amore come una pioggia autunnale.
Sentimentale.

#8 Rain (Madonna)
Proprio come la pioggia lava via lo sporco, l’amore lava le sofferenze del passato.
Purificatrice.

#7 Here Comes The Rain Again (Eurythmics)
I tragici sentimenti dell’amore non corrisposto visti come pioggia che cade.
Malinconica.

#6 I Wish It Would Rain Down (Phil Collins)
L’attesa della pioggia per sentirsi liberi.
Liberatoria.

#5 Prayers For Rain (The Cure)
Canzone sulla depressione. La mente che perde il controllo, perde i sogni e perde le speranze.
Autobiografica.

#4 Naked In The Rain (Blue Pearl)
Ballare felici nudi nella pioggia. Cosa ci può essere più bello?
Sensuale.

#3 Only Happy When It Rains (Garbage)
Canzone famosa per i suoi testi ironici e come parodia dei temi tipicamente angosciati del genere rock alternativo della metà degli anni Novanta.
Beffarda.

#2 Why Does It Always Rain On Me? (Travis)
A volte la sfiga ci vede benissimo.
Ironica.

#1 Crying In The Rain (A-ha / The Everly Brothers)
Quando la vita ti riserva dolori, quando l’amore si dissolve e ti ritrovi solo, quando sembra non esserci via d’uscita.
Ed il vento e la pioggia imperversano fuori e dentro di te, e tu esci di casa e fai l’unica cosa che ti è possibile fare: piangere.
Bellissima.

Questa voce è stata pubblicata in dieci alla decima e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

36 risposte a Dieci alla decima: le mie 10 canzoni preferite sulla pioggia

  1. Vittorio ha detto:

    Non c’è la parola rain nel titolo ma viene evocata come effetto sonoro in riders on the storm dei doors

    Piace a 2 people

  2. Paolo Albera ha detto:

    Molto belli questi pezzi. La mia “canzone della pioggia” è sempre stata The Rain Song dei Led Zeppelin. Ma la prima che mi abbia letteralmente ipnotizzato è stata Rain dei Beatles, un lato B del 1966, in cui Ringo fa un sacco di rullate che sembrano totalmente a caso 🙂 Un bel tema, grazie

    Piace a 2 people

    • Kikkakonekka ha detto:

      “Rain” dei Beatles ammetto di non conoscerla, però mi hai incuriosito. Appena posso la cercherò su YouTube.
      Riguardo i Led Zeppelin, purtroppo ho enormi lacune riguardo il mondo “rock”, credo che prima o poi dovrò porvi rimedio.

      Piace a 2 people

  3. La mia preferita è Here comes the rain again di Eurythmics!
    Il testo è stupendo:
    Here comes the rain again
    Falling on my head like a memory
    Falling on my head like a new emotion
    I want to walk in the open wind
    I want to talk like lovers do
    I want to dive into your ocean
    Is it raining with you

    eccetera…..

    Piace a 2 people

  4. Massi Tosto ha detto:

    Mancherebbe Rain dei Cult , ma ti perdono 😂😂

    Piace a 1 persona

  5. Parole e pensieri a bassa voce ha detto:

    Tutte bellissime Andrew

    Piace a 1 persona

  6. SaraTricoli ha detto:

    La pioggia è sempre una fonte di ispirazione ^_^
    belle, ne conoscevo forse la metà 😉

    Piace a 1 persona

  7. Enri1968 ha detto:

    Si potrebbe aggiungere Hard Rain di B. Dylan che non è proprio una pioggia felice.

    Piace a 1 persona

  8. francescodicastri ha detto:

    Madonna e Eurithmics due capolavori

    Piace a 1 persona

  9. vittynablog ha detto:

    Anch’io adoro la pioggia. Ovviamente non quella cattiva… ma sentirla picchiettare sui vetri, guardarla attravero la finestra e perchè no, anche fuori con l’ombrello… è sempre un momento magico! Quest’anno ha piovuto pochissimo… confido in qualche ” pioggerella di primavera “.

    Fra le canzoni preferite c’è questa di Paolo Conte

    Piace a 1 persona

  10. Massy ha detto:

    Una play-list di tutto rispetto. I miei complimenti.

    Piace a 1 persona

  11. Neogrigio ha detto:

    aaaaaa hai dimenticato ad esempio le italianissime SOTTO LA PIOGGIA di Venditti e UNA GIORNATA UGGIOSA di Battisti, PIOVE di Jovanotti anche….
    P.S. Gli impermeabili di Paolo Conte….divina!

    Piace a 1 persona

  12. Neogrigio ha detto:

    cmq…Cure, Travis e Garbage…. TOP!!!

    Piace a 1 persona

  13. gaberricci ha detto:

    Mi permetto di aggiungere anche “A hard rain’s gonna fall” (Bob Dylan), “Who’ll stop the rain?” e “Have you ever seen the rain?” (Creedence Clearwater Revival). Se poi vale, Dylan ha scritto anche una spassosa (ma a tratti grottesca) “Rainy Day Woman #12&35”.

    Sei sicuro che “November rain” parli della fine di una storia d’amore? Secondo me invece parla di una coppia che, nonostante le difficoltà, capisce che vuole ancora restare insieme. “Nothing lasts forever, even cold november rain”.

    La canzone di Phil Collins mi ha fatto pensare alla sezione finale del bellissimo poema “La terra desolata” di Elliot: la sezione si intitola “Quello che disse il tuono” e vede due cavalieri, che vanno in cerca del Graal, aggirarsi per la wasteland (appunto, la terra desolata), arida e brulla per via della siccità. Mentre sono lì, all’improvviso, odono in lontananza un tuono, che forse annuncia la pioggia che ridarà la vita…

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Sono molto lacunoso se entriamo nella sfera “rock”, per cui ammetto che Dylan e CRV non li conosco bene. (anzi, i CRV praticamente per nulla).
      Bella la visione riguardo “la terra desolata”, grazie.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...