Quella volta che… la Y10 spinta a mano

La prima automobile “tutta mia” fu una Y10 color ‘oro’, regalatami da mio padre nel lontano 1991.
Si trattava di un’auto usata, ma in buone condizioni, ed io la trattavo come fosse il mio bene più prezioso.

Nel 1993, lasciato di punto in bianco dalla morosa, mi creai una nuova cerchia di amicizie composta principalmente da ragazzi e ragazze universitari.
Un forte legame nacque con Alessia (che veniva dalla Sardegna) e Grazia (Sicilia), che abitavano ad un paio di Km da casa mia.

Una domenica sera andammo tutti e 3 in centro a Padova, ma dopo la pizza al momento di tornare a casa la mia Y10 si rifiutò di partire.
La batteria dell’auto già da alcuni giorni sembrava si stesse scaricando, quella sera decise di lasciarci definitivamente a piedi.
A quel punto bisognava spingere la Y10 per tentare di rimetterla in moto, ma né Grazia né Alessia avevano la patente (ed ero titubante a metterle al volante), ma entrambe mingherline loro non erano neppure adatte a spingere l’auto.
Decidemmo così: Grazia a bordo con le mani sul volante, marcia in folle, portiera aperta. Alessia spingeva all’altezza della portiera stando vicina a Grazia, io spingevo la Y10 da dietro. Avemmo fortuna, l’auto con una breve spinta si mise in moto, se non fosse che la strada era in leggera pendenza e benché in ‘folle’ iniziò a prendere una leggera velocità.
Alessia ebbe la prontezza di chiudere la portiera, Grazia (che si trovava al posto di guida) si fece prendere dal panico ed iniziò a gridare.
Correndo aprii la portiera di destra e in qualche modo riuscii a fermare l’auto mantenendo il motore acceso, Alessia rideva come una pazza, Grazia gridava dalla paura. La facemmo scendere e la rincuorammo un po’, e lei ammise non solo di non avere la patente, ma di non essere neppure maggiorenne: aveva ancora 17 anni, ma avendo fatto la “primina” si trovava iscritta all’università senza avere ancora compiuto i 18 anni.

Tutto finì nel migliore dei modi.
L’amicizia con Alessia e Grazia durò tantissimi anni, poi loro si laurearono, cambiarono città e si sposarono, e piano piano ci perdemmo di vista.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Quella volta che e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a Quella volta che… la Y10 spinta a mano

  1. Vittorio ha detto:

    Ma la y10 ti è rimasta nel cuore.

    Piace a 1 persona

  2. gaberricci ha detto:

    Ho una Panda “vecchio modello” del 2002, già con l’elettronica dentro. Mi sa che a spinta non si può avviare…

    Piace a 1 persona

  3. quarchedundepegi ha detto:

    Fosti piuttosto incosciente… o no?
    La mia prima auto fu un Topolino B del 1948 acquistato usatissimo. Finì dal demolitore. Ne ho ancora le targhe originali.
    Ciao… buon Pomeriggio.
    Quarc

    Piace a 2 people

  4. Sara Provasi ha detto:

    Che forte! 😀
    Mi ha ricordato un mio incubo di quando ero piccola, che ho anche sognato: essere in macchina al volante in un’auto in corsa senza saper guidare! O_O

    Piace a 1 persona

  5. Neogrigio ha detto:

    e adesso non vi sentite più?

    Piace a 1 persona

  6. Harley ha detto:

    Per fortuna eri in un vicolo…

    Piace a 1 persona

  7. Paola ha detto:

    Ma sì, tutto è bene quel che finisce bene. A chi non è successo qualcosa del genere?

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...